Umauns Sainza Amur Sun Ervas Sainza Flur - paper book 30x30 cm

book ENGADINA-2.jpg
book ENGADINA-fronte.jpg
book ENGADINA-retro.jpg
book ENGADINA-3I.jpg
book ENGADINA-6I.jpg
book ENGADINA-7I.jpg
book ENGADINA-5I.jpg
book ENGADINA-4I.jpg
book ENGADINA-8I.jpg
book ENGADINA-2.jpg
book ENGADINA-fronte.jpg
book ENGADINA-retro.jpg
book ENGADINA-3I.jpg
book ENGADINA-6I.jpg
book ENGADINA-7I.jpg
book ENGADINA-5I.jpg
book ENGADINA-4I.jpg
book ENGADINA-8I.jpg

Umauns Sainza Amur Sun Ervas Sainza Flur - paper book 30x30 cm

25.00

grande formato 30x30 cm., 144 pagine + copertina, stampa 2+2+vernice offset, carta fedrigoni symbol freelife satin da 200 gr., sovracopertina fedrigoni SIRIO WHITE/WHITE con sbalzo a secco, brossura filorefe. Traduzione dall'italiano al tedesco a cura di Gisela Jaager.

© immagini: different.photography
© testi: Valerio Ambiveri
© introduzione: Luciano Bolzoni

Quantity:
Add To Cart

“UMAUNS SAINZA AMUR SUN ERVAS SAINZA FLUR” è una raccolta di sguardi e di pensieri, lungo la traccia di territori percorsi per spirito di affezione e ricerca della bellezza.

I luoghi fotografati sono compresi in un’area dei Grigioni in Svizzera, tra paesi del fondovalle, cime innevate, piste da sci, vie alpine,  spesso riconoscibili per la loro notorietà, altre volte più anonimi e nascosti.

La loro assidua frequentazione ha permesso di raccogliere con il tempo un considerevole numero di immagini, la cui selezione ha dato vita a questo volume.

Il libro testimonia la modalità di quattro amici (Andrea, Cristina, Roberto e Valerio) di osservare lo stesso paesaggio ed esprimerlo con la propria sensibilità, creando sinergie tanto inaspettate quanto spontanee. L’idea della sua pubblicazione è nata dopo la realizzazione di un corto cinematografico (La persona da lei desiderata non è raggiungibile) girato negli stessi ambienti e il suo titolo è un proverbio graffito su una casa di Sils, che la protagonista del cortometraggio osserva e fotografa. 

Il progetto non ha un intento documentaristico o paesaggistico e nemmeno vuole rendicontare di imprese alpinistiche e sportive, così come non cerca uno sguardo antropologico e sociale. 

Eppure tutti questi temi entrano nelle parole e nelle immagini, filtrate da occhi attenti che seguono un itinerarioemotivo e raccolgono costantemente particolari, angolazioni, curiosità.

La scelta del bianco e nero accentua questo sapore, senza concedere nulla ad aspetti edulcorati e troppo facili che la natura spettacolare di questi paesaggi offre in continuazione ed abbondantemente.

Ne risulta un’indagine esteticamente raffinata ed impeccabile nei tagli, nei contrasti, nelle sfumature tonali e grafiche.